Online Media & Editoria

Il video online diventa il circolo virtuoso per eccellenza
per ingaggiare l'audience e creare business sostenibili

Gli editori da sempre in cerca di un nuovo modello di business, oggi lo hanno trovato: il video sta rigenerando il fatturato di online media, magazine e publisher di tutto il mondo. Grandi e piccoli publisher hanno adesso l’opportunità di attrarre il pubblico con contenuti video coinvolgenti e di qualità, raccontando storie e sviluppando engagement. La fidelizzazione dell’utente ripaga generosamente con i modelli di monetizzazione della pubblicità video o della visione in pay-per-view. Basti pensare agli ultimi dati: secondo la ricerca di SpotX , solo in Europa il programmatic video advertising diventerà un settore da 2 miliardi di euro entro il 2020.

Editori

I produttori di contenuti, come giornali, magazine e produttori musicali, stanno scoprendo le enormi opportunità offerte dal web ai contenuti di qualità. L'obiettivo principale è far vivere all'utente un'esperienza coinvolgente e innovativa: nei video online gli editori hanno trovato la forma mediatica capace di trasformare i contenuti in autentici vettori di sostenibilità, fidelizzazione di una community e guadagno. Perché?

Il valore del video per gli editori

1,8 milioni di parole: ecco quanto vale un minuto di video online, secondo James McQuivey. Comunicando con i video online gli editori sono rinati: i video sono snelli, multi-formato e multi-device, sono brevi e spettacolari, richiedono una maggiore dose di concentrazione, stimolano interesse e coinvolgimento. E permettono ricavi più alti.

I benefici più evidenti di una strategia video per l'editoria

  • Cattura l'attenzione del pubblico e ha tassi di conversione più alti
  • Il video è attrattivo, coinvolgente, emozionale – in altre parole, genera engagement
  • Permette margini di guadagno che creano modelli di business sostenibili per l'editoria, uno su tutti il video advertising (che funziona molto meglio delle altre forme di pubblicità)
  • L'audience è disposta a pagare per contenuti di qualità: un evento Live o un corso di video-lessons può essere venduto in pay-per-view (con il calcolatore ROI di Cleeng ci si può fare un'idea)
  • Identifica la propria nicchia e attrae un pubblico specifico e interessato
  • Migliora l'indicizzazione (Video SEO): i motori di ricerca privilegiano i video e i contenuti con una buona user experience
  • Il video è liquido e multi-device,adatto cioè a ogni dispositivo, ma soprattutto è perfetto per il mobile: smartphone e tablet
  • Circola e si diffonde sui social media, stimola alla condivisione, presidia una social media presence
  • Per 18 buone ragioni

Il ritorno sull'investimento per editori e online video publisher

Siamo tutti editori: storyteller che fanno a gara a valorizzare contenuti di qualità e offrire esperienze indimenticabili agli utenti. Perché il video funzioni efficacemente occorre pianificare una strategia video editoriale, e scegliere una piattaforma snella, flessibile e veloce.

La cloud video platform MainStreaming è la soluzione completa per la gestione e distribuzione dei contenuti video, e si contraddistingue per l’innovativa tecnologia di video delivery, dall’interfaccia intuitiva e versatile, dagli strumenti all’avanguardia.

Come ci dice chi lo ha provato: storytelling, tecnologia e video online possono salvare gli editori e i giornali.

Web Agency

Le aziende e i team che si occupano di sviluppo siti Internet e soluzioni per il web hanno una necessità crescente, e sempre più urgente, di servizi per il video online. Oggigiorno i clienti delle web agency richiedono pacchetti completi di sito web (spesso con CMS) e servizio di video online e live streaming. Aumenta l'esigenza di un servizio per i video online da parte dei clienti che si rivolgono alle web agency.

In quest'ottica, la web agency può diventare rivenditore e partner di MainStreaming per offrire ai clienti interessati una serie di offerte e pacchetti completi per il development di progetti web, siti Internet e design, che includano una piattaforma per il

Live e il Video On Demand.

Non solo: sempre più frequentemente il video viene usato come elemento di web design, soprattutto quando la piattaforma e la tecnologia usata – come nel caso di MainStreaming – sono mobile-friendly, effettuano un transcoding per l’ottimizzazione a seconda del device e della connessione del singolo visitatore, e permettono un posizionamento privilegiato di Video SEO.

Eventi Live

È evidente e risaputo che il Live Streaming è il Re del video online: un evento in diretta Live riscuote sempre più coinvolgimento, successo e condivisione social. Il Live sta crescendo a ritmi sempre più elevati, con un vero e proprio boom nel 2016. Per gli eventi Live si hanno inoltre maggiori possibilità di guadagno: il video advertising rende di più ma, soprattutto, gli utenti sono disposti a pagare per il pay-per-view. Il servizio di selling Cleeng ha creato uno strumento per calcolare il ROI (Return On Investment) di un evento Live.

È però fondamentale scegliere un servizio di live streaming sicuro, affidabile e di qualità. Su Internet ci sono numerosi strumenti di live che, tuttavia, non hanno una tecnologia sufficientemente potente.

Spesso si sceglie la piattaforma video senza un’adeguata conoscenza di base, ma solo in base al prezzo. Il risultato?
I professionisti penalizzano i propri eventi, creando live e broadcasting in bassa qualità, con numerose interruzioni, e che spesso vanno in crash anche solo con poche centinaia di utenti collegati.

Ecco perché è meglio diffidare dagli strumenti semplici ed economici, e saper scegliere un servizio professionale: l'evento Live è un momento cruciale, deve essere trattato con la migliore piattaforma e la migliore tecnologia. MainStreaming utilizza una tecnologia rivoluzionaria che consente prestazioni di altissimo livello e senza inconvenienti. Ecco cosa può fare MainStreaming per gli eventi in diretta Live.

Maggiori possibilità di business

Come dice Marten Blankesteijn: "Nobody wants to pay for news but many want to pay for great journalism".
Contrariamente a quanto si crede, il consumo di informazioni e news è più intenso oggi rispetto a dieci anni fa, come dimostra uno studio di PwC. La differenza è che i telegiornali e i periodici non sono più le fonti primarie d’informazione.

Bisogna saper puntare su video capaci di emozionare e coinvolgere fin dai primi secondi, senza esagerare con la lunghezza, perché il web è uno strumento di consumo snello e veloce. Proprio per questi motivi, si stanno imponendo gli short form video come contenuti video di intrattenimento, news e infotainment, strumento privilegiato di storytelling e video review. Lo studio di Deloitte sugli short form video è particolarmente illuminante. Il format è vincente soprattutto sui social : lo dimostrano egregiamente casi di successo come Tasty di Buzzfeed.